Seminario M. Proclamato - RealtàalloSpecchio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Seminario M. Proclamato

DOMENICA 04 GIUGNO 2017
dalle ore 9.30 alle ore 18.30
con pausa pranzo


ILDEGARDA DI BINGEN
E L’ARTE DI PROFETARE

STORIA DI UNA SANTITA’ INIZIATICA

con Michele Proclamato


c/o Laboratorio di Formazione
via Dell'Artigianato 55 - S. Giustina in Colle PD


Contributo Seminario 40€
non si prendono caparre ma si chiede che l'adesione sia impegnativa


Iscrizioni entro il 31 maggio
a realtallospecchio@gmail.com
oppure al 348 3677745


Temi trattati:

  • L’Arte di Profetare

  • Le tre energie d’ottava all’opera

  • Il mondo cattolico e la religione più scientifica del mondo

  • La Fede, La Speranza e la Carità

  • Il Settenario nelle nostre vite

  • Le sette Virtù

  • L’arte di prevedere lo Spirito Santo

  • Memento mori




Scrittore simbologo, ha iniziato i suoi studi attraverso la riscoperta misterica

di alcuni monumenti della sua città: L’Aquila. Dopo aver individuato nel Sapere dell’Ottava il cuore della scienza esoterica, oggi presente in tutto il mondo, ha scritto per Melchisedek Edizioni le seguenti opere: “Il segreto delle Tre Ottave”, “L’Ottava la scienza degli Dei”, “Il Genio Sonico”, “La Storia Millenaria dei Cerchi nel Grano”, “Quando le stelle fanno l’amore e L’Uomo di Dio, “Giuseppe Arcimboldo: La pittura alchemica dell’immortalità”. Ora collabora con la LIndau Edizioni di Torino.





Note del relatore:
CIO’ CHE DICE LA MENTE
Un'unica ragione è posta alla base dei miei seminari.
Ed essa consiste nella possibilità - capacità di ognuno di noi, di poter e saper nuovamente utilizzare meccanismi conoscitivi troppo spesso dimenticati e non valorizzati.

La metodologia con cui è possibile “leggere" simboli millenari e moderni, sarà quindi il mezzo-modo con cui ci sarà possibile “ricordare” una matrice Divina direttamente connessa alla creazione, Matrice codificata  e donata all’Uomo in tempi assolutamente sospetti. Sarà questo percorso a risvegliare una carica, emozionale in grado , attraverso l’intuito e l’ immaginazione, di razionalizzare un “sistema conoscitivo” ”,  completamente  destrutturante. Imparare a leggere  il simbolo, quindi, ci porterà non solo a rileggere la storia umana ma soprattutto a capire noi stessi attraverso la completa rivisitazione di ogni nostra convinzione storica, religiosa, culturale, spirituale ed emozionale.


CIO’ CHE AGGIUNGE IL CUORE

Forse questa non è la miglior presentazione dei miei SEMINARI che vorrei descrivessero un percorso iniziato  anni fa.   Questo è l’unico modo con il quale forse potrò invitare “altri” a provare e condividere ciò che io ho avuto la fortuna di “sentire” cercando di penetrare sempre più in quella che all’inizio credevo essere solo e assolutamente una “scienza”, non esattamente umana. Oggi in compenso so , grazie al simbolo , che il Numero è un limpido principio capace di portaci a DIO. Vedo le parole nascoste dalla geometria  e ascolto il suo discorrere silenzioso . Leggo l’ arte, subisco la magia della sincronicità ma soprattutto avverto come l’oscura sinteticità della creazione possa essere vista come  l’espressione ultima, di un processo emozionale in tutto e per tutto simile a quello umano. Adesso tutto ciò che definivo “sapere”, il mio piccolo sapere iniziato ai piedi di un Rosone senza tempo, è amore, questa è la mia certezza. Ora che ho realizzato come il mio piccolo “dono” altro non sia che la capacità , condivisibile da tutti,  di poter RICORDARE le fattezze archetipiche divine , ebbene ora posso ringraziare quell’unico “segno” al quale migliaia di altri si sono aggiunti , senza mai sminuirlo o deformarlo. Attraverso l’OTTAVA  sono arrivato ai “sentimenti” e al potere della mente  Percepisco  quanto “questi” possano darci, per comprendere come l’Anima altro non sia che LUCE. Una luce resa sempre più intensa dall’intuito, dall’immaginazione, dall’istinto, da un certo tipo di memoria, da una sicura ragione . Una Luce fatta da 8 momenti  persi in un non tempo, completamente da decifrare.  Una Luce capace di ridare  vita ad ogni parte dell’Universo, rendendolo vivo come effettivamente è. Una Luce che tutto lega e crea  ma che con fatica, a volte, riusciamo a vedere come AMORE.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu